Asportazione chirurgica completa nevi, tumori della pelle, cisti, biopsia cutanea.

Affidarsi alle mani di un esperto è importante, sia per la salute della vostra pelle che per la vostra tranquillità!

L’intervento chirurgico dermatologico consiste nell’asportazione di una lesione cutanea (piccolo nevo cutaneo o lesioni di natura sospetta) in anestesia locale in ambito ambulatoriale, dove gli strumenti utilizzati sono preparati in condizione di massima sterilità.

L’anestesia locale consiste nell’iniezione del farmaco nella zona da operare in maniera tale da anestetizzare solamente la zona sottoposta all’intervento. Non ha particolari controindicazioni, non inficia le capacità psico-motorie e inoltre ha una durata limitata a qualche ora.

Dopo l’asportazione è necessario un periodo di medicazione della ferita chirurgica che può variare in base alla profondità dell’intervento, ma solitamente non supera mai le due settimane.

Il nevo sospetto viene infine asportato ed inviato al laboratorio per l’esame istologico che conferma la natura benigna o maligna della lesione e serve a valutare se questa rientra nei margini chirurgici.

Crioterapia con azoto liquido

Le principali indicazioni all’utilizzo della crioterapia sono l’eliminazione di neo-formazioni superficiali come

  • verruche virali
  • cheratosi seborroiche che sono dei rilievi della pelle di colore brunastro a valenza estetica
  • cheratosi attiniche che sono rilievi di natura pre-tumorale dovute al sole

La crioterapia consiste nell’erogazione, tramite un apposito dispositivo, di azoto liquido a -196° sulla lesione da eliminare, per un tempo e per un numero di cicli che può variare in base alla patologia. Subito dopo il trattamento si può avvertire bruciore che va a ridursi in alcune ore.

Diatermocoagulazione

A differenza della crioterapia, la diatermocoagulazione è una tecnica chirurgica che permette l’asportazione di gran parte delle lesioni cutanee senza essere invasiva come la chirurgia classica e può essere utile nel caso di piccoli nevi non sospetti o piccole escrescenze.

In base alle dimensioni della lesione da trattare, anche per la diatermocoagulazione può rendersi necessaria l’anestesia locale senza particolari controindicazioni e dalla durata temporale limitata.

Il trattamento di diatermocoagulazione consiste nella rimozione delle lesioni tramite cauterizzazione e garantisce una guarigione mediamente più rapida rispetto al classico intervento chirurgico. 

Demos

Colore Skin

Stile Intestazione

Modalità di Navigazione

Layout

Ampio
Riquadri